Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di piĆ¹
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all'uso dei cookie
Il Parco Archeologico Multimediale
Il Parco archeologico di Scolacium, esteso per 35 ettari in gran parte occupati da un uliveto plurisecolare, costituisce un importante polo attrattivo per la sua valenza naturalistica e paesaggistica e le notevolissime presenze archeologiche ed architettoniche: la greca Skylletion (VII-III sec. a.C.), la romana e proto-bizantina Scolacium/Scylaceum (II sec. a.C.- metà del VII sec. d.C.), la chiesa abbaziale normanna di Santa Maria della Roccella (metà del XII sec. d.C.), da cui deriva alla località il nome di Roccelletta.
Di proprietà statale (demanio archeologico), occupa una porzione rilevante di un fondo originariamente della Mensa vescovile di Squillace, poi acquisito dallo stato sabaudo e passato per vendite prima alla famiglia Massara e poi alla famiglia Mazza, alla quale è stato espropriato definitivamente nel 1982.
All’interno del Parco, luogo privilegiato per la ricerca archeologica greco-romana e medievale (tra Bizantini, Normanni ed Angioini) e per sperimentazioni ed applicazioni in settori multidisciplinari quali il rilievo, il restauro, l’archeologia industriale e la salvaguardia ambientale, la presenza di alcuni immobili padronali di XIX e XX secolo, ristrutturati con fondi regionali, ha permesso la creazione di un Museo Archeologico specializzato soprattutto sulla romanizzazione di questo settore geografico, di un Museo del Frantoio, di sedi di uffici del Polo Museale (cui spetta la gestione del Museo e del Parco attrezzato e visitabile), della Soprintendenza Archeologia della Calabria (che cura la tutela dei beni archeologici presenti) e della sede del Segretariato Regionale dei Beni e delle Attivita' Culturali e del Turismo per la Calabria con ampia sala conferenze, di depositi archeologici, e ambienti per la didattica.

Interactive experiences and digital solutions: ecco entrare nel Parco Archeologico di Scolacium alcune delle più moderne soluzioni innovative nella comunicazione multimediale e nel design museale.
Un allestimento multimediale che, integrandosi con l’esposizione preesistente, dà vita ad un’esperienza di visita inedita, quasi unica, dove l’intreccio tra nuove tecnologie, storia, cultura e natura, sono in grado di creare un’interfaccia interattiva emozionale e coinvolgente tra il parco ed il visitatore. Proprio quest’ultimo, grazie alla copertura Wifi di tutta l’area, anche attraverso il proprio smartphone potrà accedere ai sistemi didattici interattivi di approfondimento, approfondire i contenuti, navigare nelle mappe interattive, visualizzare video e immagini, mentre le strutture architettoniche del Foro e del Teatro Romano, con una specifica applicazione, prenderanno vita grazie alla realtà aumentata.
I nuovi supporti tecnologici si intrecciano al percorso didattico ed insieme guidano l'utente, passo dopo passo, in tutta l'area archeologica, supportato anche da apposite Audio Guide.

GUARDA LA MAPPA INTERATTIVA DEL PARCO